Riguardo a un «bel gonfalone dipinto dal Lucchese» a Carpenedolo - Filippo Piazza - Vita e Pensiero - Articolo Arte Lombarda Vita e Pensiero

Riguardo a un «bel gonfalone dipinto dal Lucchese» a Carpenedolo

digital Riguardo a un «bel gonfalone dipinto dal Lucchese» a Carpenedolo
Articolo
rivista ARTE LOMBARDA
fascicolo ARTE LOMBARDA - 2012 - 3
titolo Riguardo a un «bel gonfalone dipinto dal Lucchese» a Carpenedolo
Autore
Editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 03-2012
issn 0004-3443 (stampa) | 2785-1117 (digitale)
Scarica

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

On a «bel gonfalone dipinto dal Lucchese» in Carpenedolo

The old pieve of Santa Maria dell’Annunciazione in Carpenedolo (Brescia) houses an Annunciation on canvas, here attributed to Pietro Ricchi, known as “Lucchese” (Lucca, 1606 – Udine, 1675). The painting has been long ignored by art historians, due perhaps to its less-thanideal state of preservation until its restoration in 1993. New inquiries allowed the author to identify the work as the “beautiful gonfalone painted by Lucchese”, witnessed by Francesco Paglia in the parish church of Carpenedolo in the late 17th Century, and considered lost until now. The presence of two more paintings on canvas by Ricchi in Carpenedolo (a St. Anthony and a Madonna with Child) supports the hypothesis that the “gonfalone” seen by Paglia is actually the work here analyzed, which would constitute the only plausible explanation for its current location.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento